top of page

"La trasformazione fa parte del processo di ogni persona", afferma la specialista Carla Bottino

Sempre alla ricerca di ispirazione. Una donna forte, con tante storie e una semplicità da lasciare chiunque innamorato. Noi di Ula Bianca abbiamo avuto l'opportunità di incontrare e di entrare in connessione con Carla Bottino.


Con un cuore enorme, Carla ha due progetti sui social media che coinvolgono tutte le culture, uno parla della vita nel vecchio continente e l'altro delle imprese familiari. Due temi che fanno parte della sua vita e che muovono i suoi studi e uniscono esperienza e formazione accademica.


Ula Bianca ha realizzato un'intervista con Carla Bottino per conoscere la storia e lo sviluppo del marchio.


Ula Bianca: Quando è nata la sua passione per la psicologia?

Carla Bottino: Quando ho fatto l'esame per entrare all'università ero in dubbio se scengliere tra psicologia o economia. Mi sono sempre vista molto divisa e alla fine, lavorando con aziende di famiglia, ho unito le due cose.


Credo di essere appassionata di processi di cambiamento - i cambiamenti che avvengono quando cresciamo, quando le famiglie si sviluppano e, più recentemente, quando i Paesi cambiano. E la psicologia aiuta, ad esempio, a capire perché resistiamo al cambiamento.


Ula Bianca: Come sono nati i progetti "Nós em Padova" e "Portal Tudo em Família"?

Carla Bottino: O @nosempadova è nata quando sono venuta a vivere in Italia. Era un canale dove potevo raccontare ai miei amici e alla mia famiglia com'è la nuova vita nel vecchio continente. A poco a poco ho iniziato a parlare del processo di trasferimento e di adattamento a una nuova cultura, affrontando punti utili per chi vive fuori dal proprio Paese d'origine o desidera farlo.


O @portaltudoemfamília è nata quando ho terminato il mio dottorato. Ho ricevuto una borsa di studio dal governo e volevo restituire in qualche modo alla società. Il portale ha l'obiettivo di produrre e diffondere informazioni utili e rilevanti per la salute e la continuità delle imprese familiari ed è stato un modo per portare le conoscenze prodotte dall'università alla comunità.


Ula Bianca: Come vede i suoi progetti sul mercato nazionale e internazionale?

Carla Bottino: Il mercato ha molto spazio per entrambi i temi. Finché ci saranno delle disuguaglianze nel mondo, ci saranno delle migrazioni; le persone possono migrare per necessità o per desiderio di andare alla ricerca di condizioni di vita migliori e, indipendentemente dal fatto che siano espatriati, immigrati o rifugiati, sono sempre degli stranieri che hanno bisogno di conoscere un'altra cultura.


La maggior parte delle aziende in Brasile e nel mondo sono a conduzione familiare. Sono iniziati con il sogno e l'impegno di un fondatore che pian piano invita la sua famiglia a lavorare con lui. Ciò che differenzia il negozio di alimentari all'angolo da Wamart è lo stile di gestione, poiché tutti e due sono mercati a conduzione familiare.


Possiamo anche collegare i due temi. Molti immigrati scelgono di intraprendere un'attività commerciale nel nuovo Paese, forse per la difficoltà di inserirsi nel mercato, non lo sappiamo con certezza. Il Brasile è un Paese con un'importante storia di immigrazione e i primi imprenditori brasiliani erano immigrati europei che si recavano in America in cerca di una vita migliore.


Ula Bianca: Perché è importante orientare le famiglie con aziende familiari?

Carla Bottino: Chi non ha un'azienda in famiglia conosce qualcuno che ce l'ha o che ci ha lavorato. Esistono molte imprese familiari in Brasile e nel mondo e la caratteristica principale, che può anche rappresentare una grande difficoltà, è la vicinanza tra famiglia e impresa, due sistemi con regole e obiettivi molto diversi.


Nonostante si tratti di due sistemi così diversi, spesso chi partecipa a uno, partecipa anche all'altro e aiuta le persone a comprendere le loro funzioni in ciascuno dei sistemi può ridurre al minimo una serie di conflitti.


Ula Bianca: Qual è la storia di trasformazione più emozionante che hai avuto nel tuo progetto?

Carla Bottino: La trasformazione fa parte del processo di ogni persona, di ogni famiglia, a volte una piccola trasformazione per uno è enorme per l'altro.


La cosa più emozionante è quando le persone scoprono/si rendono conto che hanno molte più risorse di quanto immaginavano, che ho solo fatta le domande che li hanno aiutati a resinificare una storia propria, con le risorse che già avevano.


Ula Bianca: Quali sono i pilastri dei suoi progetti?

Carla Bottino: Empatia, curiosità genuina e ascolto attivo, sempre! Ho bisogno di conoscere ogni storia, non posso pensare che aver visto centinaia di famiglie mi permetta di conoscerle tutte. Sono unici.


Tutte le famiglie che migrano sono straniere, tutte possono avere problemi di adattamento, ma ogni problema è unico e la percezione che le persone hanno dei loro problemi è unica.


Ula Bianca: Quando ha capito che era arrivato il momento di investire nella costruzione del suo marchio?

Carla Bottino: È da un po' che cerco di farlo in modo "amatoriale", ma l'investimento di tempo è enorme e il ritorno è impercettibile.


Ula Bianca: Perché crede che sia importante creare una comunicazione digitale di qualità?

Carla Bottino: Il mondo è digitale, il cellulare è quasi un'estensione del corpo. Se volete fornire un servizio, una consulenza, dovete essere disponibili o almeno essere trovati dal cliente quando ne ha bisogno.


Ula Bianca: Perché Ula Bianca è importante per i vostri progetti?

Carla Bottino: Sono sicura di avere una conoscenza ricca e specifica da trasmettere, ma non so come presentarla. Spero che Ula Bianca mi aiuti a costruire l'autorità che vorrei avere nei settori in cui lavoro. So che le persone che forniscono risultati migliori (cioè che raggiungono più persone) hanno rendimenti più elevati, però hanno meno conoscenze. Non voglio essere il migliore sul mercato, ma voglio fare meglio di quanto ho fatto finora.


Spero che Ula mi aiuti nel processo di posizionamento del marchio e nella creazione di un marchio di riferimento, e di autorità sugli argomenti.


 

Vieni a conoscere Carla Bottino!


Sito "Nós em Padova", "Portal Tudo em Família":


Instagram

𝑽𝒊𝒅𝒂 𝒏𝒐𝒗𝒂 𝒏𝒐 𝒗𝒆𝒍𝒉𝒐 𝑪𝒐𝒏𝒕𝒊𝒏𝒆𝒏𝒕𝒆: @nosempadova

𝐂𝐨𝐧𝐬𝐮𝐥𝐭𝐨𝐫𝐢𝐚𝐬 » 𝐄𝐦𝐩𝐫𝐞𝐬𝐚𝐬 𝐅𝐚𝐦𝐢𝐥𝐢𝐚𝐫𝐞𝐬: @portaltudoemfamilia


*Creazione Identità Visiva, Web & Social Media Manager per Ula Bianca.




Il tuo marchio

Scrivici, richiedi una Consulenza o un preventivo. Riscontro in pochi tempo.

Comments


bottom of page